La Schiacciata

I fondamentali in pillole, una piccola introduzione alla schiacciata

L’essenza della pallavolo è racchiusa in questo fondamentale che colpisce la fantasia di tutti gli atleti che lo vedono eseguire, è la conclusione del gioco di squadra; esprime in un solo gesto tutta la spettacolarità della pallavolo.

Sequenza Rincorsa

Il movimento della schiacciata è suddivisibile in quattro fasi:

RINCORSA

La particolarità della rincorsa della pallavolo è lo stacco a due piedi, per motivi biomeccanici lo stacco deve trovare i piedi in appoggio “destro-sinistro” (per attaccanti destri), con il piede sinistro più avanti del destro, si definisce che il penultimo passo viene effettuato con il piede sinistro. Questo penultimo passo porta l’atleta a dirigersi verso la palla e prepara l’ultimo passo che porta all’esplosività del gesto che va a dirigersi verso l’alto per trovare la massima altezza di colpo.

Rincorsa d'attacco

L’arrivo in destro-sinistro favorisce il caricamento portando il corpo dell’atleta rivolto, con un angolo di 45° circa, rispetto alla rete; favorendo nel contempo l’accelerazione orizzontale e l’abbassamento del centro di gravità.

STACCO

I piedi, nello stacco, sono piazzati in modo da poter gestire la forza che poi dovranno esprimere. Il piede sinistro ha grande importanza nello stacco, perché trovandosi leggermente trasversale rispetto alla direzione della rincorsa realizza un effetto di “tenuta” o “puntello”. Tutto il corpo in questo momento è compresso e si sta caricando. Le braccia sono slanciate indietro e favoriscono il caricamento. Anche il braccio che attacca verrà favorito da questa posizione perché rimarrà più lontano, rispetto alla rete, dell’altro e potrà quindi sfruttare un caricamento più adeguato.

Stacco nella rincorsa d'attacco

Questo tipo di rincorsa è ormai affermato e quasi tutti i più grandi schiacciatori usano questa tecnica. Vi sono anche le eccezioni; e cioè giocatori che realizzano una rincorsa opposta ma che riescono ad essere straordinariamente efficaci, il che annulla le possibili controindicazioni di questo tipo di rincorsa.

FASE AEREA

Questa fase qualifica molto il gesto d’attacco. L’atleta deve realizzare i movimenti per effettuare il colpo sulla palla.

 

Questa fase vede diverse tipologie di scuole di pensiero che vedremo nei prossimi articoli

Fase Aerea

RICADUTA

E’ una fase molto importante perché deve permettere all’atleta di rimanere attivo per la ripresa del gioco. Bisognerebbe atterrare più o meno sul posto di stacco ma ormai con le velocità che gli atleti evoluti raggiungono questo non è più realizzabile. Bisogna fare attenzione a gestire queste velocità di rincorsa per evitare le invasioni e soprattutto la distribuzione del peso del corpo su entrambe le gambe.

Ad alti livelli si vedono stacchi ed atterraggi con diversi metri di distanza quando si attacca dalla seconda linea.

Vediamo un video su una sequenza di attacco eseguita da Wilfredo Leon

Per concludere possiamo dire che esistono diversi tipi di colpi d’attacco che sono i seguenti:

  • PALLONETTO
  • SCHIACCIATA
  • PIAZZATA
  • MANI FUORI
Vari Tipi d'attacco
Nell'immagine precedente sono riportati in ordine i colpi d'attacco

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati